< Bestiario Medioevale

Della Sfinge

 

La Sfinge (tanto per cambiare!!!! NdGex) nacque da Echidna e Tifone: aveva il corpo di un leone con delle grandi ali sul dorso, la testa di una donna e la coda di serpente.

Divenne leggendaria a causa degli oscuri indovinelli che poneva ai malcapitati che gli passavano davanti: infatti si narra che Giunone, per punire gli abitanti di Tebe, la mandò nulla strada che conduceva alla città, sottoponendo tutti coloro che vi si recavano ai suoi enigmi: la punizione per coloro che sbagliavano la  soluzione era la morte per mano della Sfinge stessa, che il divorava immediatamente.

Ma era anche scritto che se qualcuno avesse risolto esattamente i suoi enigmi, la Sfinge si sarebbe dovuta uccidere… Questa sembrava una possibilità remota, finché non passò al suo cospetto Edipo: la Sfinge gli chiese di dirgli quale fosse quella creatura che al mattino aveva quattro piedi, a mezzogiorno due e alla sera tre…

“L'uomo – rispose Edipo senza timore - perché quando ancora non sa camminare s'aiuta con le mani, quindi va a quattro zampe, quando è giovane cammina eretto, quando è vecchio s'aiuta col bastone”.

Vedendo il suo indovinello risolto correttamente, alla Sfinge non rimase altro da fare che suicidarsi gettandosi da una rupe!