< Bestiario Medioevale

Del Troll

 

 

 

I troll sono un frutto sella tradizione scandinava: si riteneva infatti che vivessero nelle regioni più fredde d’Europa, è un essere comunemente molto brutto e raccapricciante ( viene spesso descritto con due teste) dall’altezza non comune (oltre i 2 metri e mezzo per arrivare quasi ai 4!!!), la loro pelle ha un colorito che va dal grigio, al verde e persino al nero, oltre a ciò essa e spessa vari centimetri e molto grinzosa. Neri sono pure gli occhietti piccoli e infossati coperti dall’arco prominente delle sopracciglia, nero è pure il loro sangue che , si dice, abbia un odore e un gusto nauseabondi. Il cranio è ricoperto da una struttura ossea supplementare pervenuta come carattere ereditario in quanto non è raro che questi esseri si prendano a testante vicendevolmente. Si può subito percepire la presenza di un troll dal suo puzzo, difatti nemici giurati dell’igiene e specialmente dell’acqua essi non si lavano mai. Generalmente vanno in nudi, ma i più “civili” si coprono le parti intime con un pezzo di pelliccia o uno straccio. Sono creature notturne o che comunque si spostano solo quando è estremamente buio questo perché se colpiti dalla luce solare si tramutano in pietra. Pigri di natura si muovono soltanto se minacciati o per procacciarsi il cibo ( sono onnivori, ma preferiscono la carne, umana per giunta).
I troll non vivono in branco, anzi preferiscono star soli e riunirsi solo per procreare o in casi di grande emergenza.
Queste creature comunicano tra loro tramite grugniti e gesti o se capita tramite una buona colluttazione.
Nella tradizione sono esseri crudeli, votati alla persecuzione di qualunque cosa entri nel loro territorio.

 

Odius