Film Fantasy & Medievali

Il Primo Cavaliere
a cura di 
Drago




Titolo: ”Il primo Cavaliere”
Nazione: Stati Uniti
Anno: 1995
Durata: 132’
Regia: Jerry Zucker
Sceneggiatura: William Nicholson
Musiche: Jerry Goldsmith
Fotografia: Adam Greenberg
Montaggio: Walter Murch
Attori principali : Re Artù: Sean Connery - Richard Gere: Lancillotto - Julia Ormond: Ginevra Malagant: Ben Cross.


Questo film è ispirato ad uno dei miti più belli del tempo, la leggenda di Re Artù. A parer mio è una delle trasposizioni cinematografiche meglio riuscite sino ad oggi, rispetto alle nuove uscenti come “King Arthur” dove si è stravolto ogni cosa. E’ pur vero che vi sono delle piccole invenzioni moderne ma sono ben mescolate con elementi tradizionali medioevali dell’epoca. La storia ci racconta di un Artù ormai stanco delle tante battaglie combattute ed ormai vi è una pace stabile nel Regno di Camelot. Uno dei suoi cavalieri della Tavola Rotonda, di nome Malagant, dopo aver abbandonato la corte di Artù mette a ferro e fuoco il vicino regno di Leonesse arrivando ad imporre a Lady Ginevra, sovrana di quella terra, un trattato di pace che equivale ad una resa incondizionata. Onde evitare il peggio Ginevra sancisce un’alleanza con la potente Camelot, questo coinciderà anche con il desiderio del Re di sposarla. La giovane è affascinata dal carisma del sire, amico e coetaneo del padre ed accetta di sposarlo e si mette in viaggio verso Camelot, ma nel tragitto i tirapiedi di Malagant assaltano la sua carrozza. Ma Ginevra verrà salvata da un giovane misterioso che le ruberà un bacio e fra i due sarà subito colpo di fulmine. Lo sconosciuto si rivelerà essere Lancillotto, uomo di umili origini e molto abile con la spada, si guadagna da vivere partecipando a giostre e combattendo nelle fiere. Ginevra scopre col tempo di amare Lancillotto ma è vincolata alla promessa fatta ad Artù e proprio quando sembri non si faccia più vivo, Lancillotto partecipa ad una gara ad ostacoli e la vince entrando nelle grazie del Re che lo nominerà suo cavaliere. Ginevra verrà poi rapita e salvata dal prode Lancillotto dalla roccaforte di Malagant, verrà poi riconquistata Leonesse e infine si scoprirà pubblicamente il legame “galeotto” fra i due amanti. Artù deciderà per un processo all’aperto, innanzi a tutti ed è proprio in questa occasione che il malvagio Malagant farà la sua comparsa.

Davvero ben fatto per essere un film che ha più di vent'anni sulle spalle, anche se vi manca la magia di Merlino e si sente proprio l’assenza del sovrannaturale, non c’è Excalibur e nemmeno la Dama del Lago ma tutto sommato merita davvero. Per cui se siete bluedragoniani doc e dop non potete esimervi dal vederlo!

Drago

 

 

 

Questa pagina non è ufficiale
Tutti i nomi e i marchi sono proprietà dei legittimi proprietari. Copyright 2002.
Tutti i diritti  riservati.