Videogiochi Fantasy

Battle for Wesnoth

“Nel ventisettesimo anno del regno di Garard II, re di Wesnoth, il regno entrò in guerra con la gente del nord.

La gente del Nord si accampò a Galcadar vicino al guado di Abez, ed il re guidò i suoi uomini laggiù per un incontro. Divise il suo esercito in due, una parte era sotto la sua guida, mentre l’altra era guidata da suo figlio, il principe Eldred.

Eldred era un guerriero coraggioso, capace di condurre bene un esercito. Sfortunatamente per Garard, suo figlio era anche ambizioso…e traditore. Nel cuore della battaglia gli uomini di Eldred tradirono il re. Gagard venne ucciso durante la battaglia assieme a suo fratello e ai suoi figli. Solo Eldred rimase in vita.

La regina, Asheviere, si era appostata su una collina per godersi lo spettacolo. Il dominio di suo figlio avrebbe soddisfatto la sua sete di potere molto meglio di quanto avesse fatto il dominio di suo marito…”

Con queste parole inizia la campagna principale di Battle for Wesnoth, un titolo strategico completamente freeware di ambientazione fantasy, di semplici regole, ma con ottima trama e giocabilità.

 

 

Gameplay

Battle for Wesnoth è un gioco strategico a turni ambientato in un contesto fantasy che si differenzia dalla maggior parte dei moderni giochi strategici. Mentre gli altri giochi puntano alla complessità, Battle for Wesnoth punta sulla semplicità delle regole e del gameplay. Ciò tuttavia non rende il gioco semplice – partendo da semplici regole si richiede un alto livello di strategia, e ciò rende il gioco semplice da capire e al tempo stesso una sfida avvincente.

Il gioco si fonda su una serie di turni che alternano le varie fasi del giorno e della notte, a seconda delle quali alcune unità ottengono benefici. La mappa è divisa in esagoni che rappresentano il terreno, dalle aride steppe alle fitte ed oscure foreste. In BfW il terreno è di importanza vitale: un’unità protetta da una foresta avrà un drastico vantaggio sul nemico, avendo solo poche possibilità di essere colpita. Avvantaggiandosi sul terreno e bloccando il nemico in posizioni sfavorevoli, si ha già la vittoria a portata di mano. Inoltre ogni unità ha diversi “livelli” di protezione, ad esempio un Ranger Elfico sarà piu protetto in una foresta di un Arciere Orco, a causa della sua affinità con i boschi.

 L’economia non è troppo complessa, in modo da permetterci di concentrarci maggiormente sulla strategia delle battaglie. Il fulcro della potenza economica sono i villaggi: posizionando un’unità in un villaggio, questo verrà occupato e ci frutterà 1 moneta d’oro per turno. Se ne deduce che, all’inizio di una partita, le prime unità ad essere reclutate saranno quelle di cavalleria leggera, che ci consentono di occupare velocemente tutti i villaggi nei dintorni. D’altro canto, ogni unità costa 1 mo per ogni suo livello a turno; per avere un grosso esercito, è indispensabile un’economia solida.

 Una delle migliori caratteristiche di BfW è la vastissima scelta di unità, che spazia dalle veloci ma deboli unità di cavalleria alle truppe pesanti, dotate di spesse armature. Un elenco completo delle unità è presente nel dettagliato ed esauriente help del gioco, che ci fornirà anche tutte le caratteristiche e le descrizioni dei soldati.

Una piacevole sorpresa per gli amanti dei GdR: ogni unità, oltre ad avere delle caratteristiche speciali (come “Forte” che aumenta la potenza distruttiva dell’unità, “Robusta” che ne aumenta gli HP, ecc) guadagna punti esperienza combattendo, avanzando quindi lentamente di livello. In alcuni casi, l’avanzamento richede di scegliere fra piu unità di livello superiore, ognuna con caratteristiche differenti e particolarmente forte in una determinata situazione. Ad esempio, un Combattente Elfico che raggiunga 38 punti esperienza, avanza di livello, consentendoci di scegliere se farlo diventare un Comandante Elfico con abilità di comando o un piu forte Eroe Elfico.

 

 Il gioco offre ben 4 ere (Predefinito, per le partite non storiche, Classico, età degli eroi e Grande Guerra dove si avranno a disposizione tutte le unità del bene o tutte le unità del male) e 6 eserciti comandabili:

 

 

 Legali

Razza: Umani

Allineamento: Legali (appunto)

 I Legali hanno una vastissima gamma di unità adattabili ad ogni situazione, dalle Truppe pesanti agli Schermidori. Avendo allineamento legale, le unità di questa fazione causano il 25% in piu dei danni durante il giorno, ma il 25% in meno durante la notte. Sono la fazione comandata durante le campagne “L’ascesa di Wesnoth” e “L’Invasione dall’Est”. I miei preferiti J

   

 Ribelli

Razza: Elfi

Allineamento: Neutrale

 I Ribelli hanno piu che altro unità veloci, leggere e abili nell’uso dell’arco. L’unica unità pesante che hanno è lo Wose (Un Ent, per intendersi.), che purtroppo è incredibilmente sensibile al fuoco. Un bravo stratega li saprà apprezzare, mentre chi è piu votato all’azione prediligerà senz’altro gli Orchi.

 

  Settentrionali

Razza: Orchi

Allineamento: Caotico

 I Settentrionali verranno amati da chi predilige le unità forti! Gia l’orco recluta è nettamente superiore alle altre unità di fanteria di primo livello. Tuttavia le unità dei settentrionali hanno pochissima potenza e difesa contro le armi da tiro, il che li rende vulnerabili agli attacchi dei potenti arcieri Ribelli. Essendo Caotici, causano il 25% in piu di danno di notte e il 25% in meno di giorno; sono quindi estremamente avvantaggiati nelle mappe sotterranee, dove è perennemente notte!

   

 Non Morti

Razza: Non Morti

Allineamento: Caotico

Questi sono per chi sa amministrare bene l’economia. Le unità Non Morte, infatti, sono estremamente potenti, ma molto costose. Basta pensare allo Spettro, che è in grado di battere facilmente qualsiasi unità di primo livello nemico, ma che costa ben 25 monete, una cifra enorme per un’unità di primo livello.

 

  Alleanza di Knalga

Razza: Nani

Allineamento: Neutrale

 L’esatto contrario dei Ribelli: l’Alleanza di Knalga avrà a disposizione unità lente e pesanti, di cui la maggior parte usa armi da mischia. Per questo sono molto simili agli orchi, tranne che per alcune caratteristiche, come il grande vantaggio nel combattere sulle colline che gli orchi non hanno.

   

 Draghi

Razza: Draghi

Allineamento: Neutrale

 I Draghi sono un esercito veramente potente, le cui unità spaziano dai draghi corazzati a quelli volanti, veloci, ma comunque dotati di caratteristiche combattive di tutto rispetto. Tuttavia hanno diversi, seppur non evidenti, punti deboli. Quindi un giocatore inesperto comandante i Draghi si ritroverà presto in una situazione davvero difficile, con riserve d’oro prosciugate per produrre molte e forti unità, che vengono prontamente spazzate via appena arrivate al fronte da soldati con caratteristiche di combattimento estremamente minori, ma comandate da un giocatore piu esperto. Conviene, quindi, studiare bene le descrizioni delle unità e fare molta pratica prima di utilizzare i Draghi in una partita multiplayer.

   

Se scegliamo invece di ambientare una partita nell’era “ La Grande Guerra ”, invece, avremo a disposizione solo l’Alleanza della Luce e l’Alleanza dell’Ombra, che raccolgono nella prima Legali, Ribelli e Alleanza di Knalga, mentre nella seconda Settentrionali e Non Morti. Inoltre per ognuna delle due fazioni ci sono unità aggiuntive.

Voto: 10

 

Grafica

La grafica è completamente in 2d (ma cosa vi aspettavate? NdKhuran) ma comunque ben realizzata: i movimenti dei personaggi durante i combattimenti che si mettono in posizione di guardia o di attacco a seconda delle situazioni, i giochi di luce provocati dagli incantesimi, i dettagli delle armi e delle armature dei guerrieri. essendo un gioco abbastanza vecchio direi che la veste grafica è decisamente apprezzabile. magari a prima vista non si nota, ma le figure dei soldati sono estremamente dettagliate…. Ci sono pure le macchie di ruggine e di sangue sulle spade e le armature, i riflessi della luce, addirittura i bulloni per fissare le lame delle asce alle aste. Comunque, chi esige delle grafiche da ultima generazione non apprezzerà questo gioco.

 Voto: 7

 

Sonoro

 Il gioco è accompagnato da musiche in formato midi, di ottima composizione. Ce ne è una apposita per ogni fazione e campagna; tuttavia questa parte del gioco riscontra diverse pecche. In primo luogo il cambiamento improvviso di musica durante una partita, solo perché è cambiato turno e fazione che sta giocando. Non credo ci sarebbe voluto molto a mettere un’opzione per settare la musica da ascoltare, ma l’unica cosa modificabile del sonoro è il volume. Inoltre, alcune musiche sono abbastanza brutte, come quella dei non morti che va spesso fuori ritmo, o quella dei draghi che è estremamente ripetitiva. Nel sonoro quindi si può dire che i programmatori sono stati abbastanza pigri, ma probabilmente non hanno curato questo aspetto per dedicarsi al gameplay.

Voto: 6

 

 Lingua

 Battle for Wesnoth è stato tradotto in italiano, tuttavia la traduzione è stata fatta abbastanza male, lasciando diversi dialoghi, istruzioni e descrizioni di unità in inglese. Inoltre si ritrovano alcuni errori grammaticali. Insomma, i traduttori potevano impegnarsi di più, anche tradurre un gioco così non è certo un’impresa da poco.

 Voto: 7

 

 

Conclusioni

In definitiva, Battle for wesnoth è un ottimo titolo per gli amanti della strategia, forse un po’ troppo lento e gestionale nelle prime fasi di gioco, ma sicuramente appassionante. Il sonoro poteva essere piu curato e anche la traduzione, ma il gameplay stupendo basta a compensare questi difetti.

 Voto Finale: 8
 

Cos’altro vi posso dire? Scaricatelo!

http://www.wesnoth.org/downloads

 

Michele

 

Questa pagina non è ufficiale
Tutti i nomi, i marchi e le immagini sono proprietà dei legittimi proprietari.
(C) 2005.
All Right reserved.